Appalto Luceria Falco (Ex Giunta Ciliberti) - tutti assolti

Il primo collegio penale del tribunale di Foggia ha assolto con formula piena l'ex sindaco Ciliberti e tutta la Giunta dall'accusa di abuso d'ufficio, relativa ad una gara d'appalto per la guardiana del Tribunale di Foggia.
Assolti anche i dirigenti e funzionari, coinvolti nell'inchiesta.
L'avv. Vaira, difensore di alcuni degli imputati, ha dichiarato alla stampa:
«La sentenza di assoluzione piena per il funzionario Corvino e per l’assessore Sottile era ampiamente prevedibile. Nessuno dei testimoni, i lavoratori della Luceria, aveva alcun collegamento con l’assessore, che si è limitato a votare la proposta por- tata da altri in Giunta. Il funzionario, invece, si è limitato a disporre il pagamento per l’attività svolta dalla Lu- ceria Falco prima di essere assegnato all’ufficio. Un’attività che, come abbiamo evidenziato nel processo, riguardava un servizio di particolare delicatezza proprio per l’Ufficio della Procura, e che non poteva essere interrotto»

Gazzetta del Mezzogiorno 14 novembre 2014

Comments

Capannoni Tratturo Camporeale: tutti assolti

Il secondo collegio penale del Tribunale di Foggia ha assolto con formula piena (perché il fatto non sussiste) dall'accusa di abuso di ufficio tutti gli imputati nel processo relativo alla vicenda dei capannoni di Tratturo Camporeale.
Il Tribunale ha accolto la tesi della difesa, che sosteneva la non necessità, ai fini del rilascio dei permessi a costruire nella zona di Tratturo Camporeale, di una variante al PRG.

Gazzetta del Mezzogiorno 25 ottobre 2014

Comments

Don Rossi condannato anche in appello

La Corte di Appello di Bari, all'udienza del 16 maggio 2014, ha confermato, riducendo di qualche mese l'entità della pena, la condanna a Don Nicolangelo Rossi, l'anziano sacerdote che si è reso responsabile di molestie ai danni di una bambina all'interno della Parrocchia Sacro Cuore di Foggia.
Nel corso del processo, il sacerdote si è difeso negando l'evidenza, e accusando la bambina e i suoi genitori di averlo calunniato.
I genitori, costituiti parte civile con l'Avv. Michele Vaira, hanno atteso serenamente l'ulteriore grado di giudizio, avendo ormai perso la speranza che il sacerdote, e i suoi superiori, manifestassero un minimo rincrescimento per quanto accaduto.
Spiega l'Avv. Michele Vaira: «la registrazione del colloquio dei genitori con il parroco, avvenuta immediatamente dopo i fatti, con le incredibili ammissioni del diretto superiore dell'imputato, sono la prova schiacciante della sua colpevolezza. Quelle registrazioni dimostrano che tutti sapevano e nessuno voleva intervenire. Come ho detto nell'arringa, oportet ut scandala eveniant".
L'azione civile proseguirà nei confronti della Parrocchia e dell'Istituto Salesiani di Don Bosco.
Attualmente pende anche un'indagine per falsa testimonianza nei confronti di una persona informata sui fatti.

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 18 maggio 2014

POST precedenti:

Comments

Prete pedofilo: condannato Don Rossi

Il GUP del Tribunale di Foggia, dott. Antonio Diella, ha condannato Don Nicolangelo Rossi a due anni e due mesi di reclusione, per aver molestato sessualmente A. D., difesa dall’Avv. Michele Vaira.
Proprio da una denuncia della bambina è partita l’indagine che ha condotto all’arresto del sacerdote ottantenne.
Durante il processo, il GUP ha ammesso la citazione, quali responsabili civili, della Parrocchia e dei Salesiani di Don Bosco, cui il sacerdote appartiene.
«Non ho mai avuto nessun dubbio che don Nicolangelo Rossi sarebbe stato condannato» ha dichiarato alla stampa l’avv. Michele Vaira.
Dopo il deposito della motivazione della sentenza, in cui sarà chiarito anche il ruolo nella vicenda del parroco e della Curia, sarà attivata l’azione civile per il risarcimento dei danni, il cui risultato, come dichiarato durante il giudizio, sarà devoluto interamente in beneficenza.

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
14 maggio 2011

GDM 14mag11 condanna Don Rossi

POST precedenti
1) Arresto don Rossi 12 maggio 2007
2) Rinvio a giudizio Don Rossi 15 aprile 2010
3) Salesiani e Parrocchia a giudizio 23 settembre 2010
4) Richiesta abbreviato
5) Requisitoria del PM e arringhe delle parti civili

Comments