Richiesta di rinvio a giudizio per prete pedofilo

A distanza di 3 anni dall’arresto avvenuto l’11 maggio 2007, fissata per il prossimo 19 maggio l’udienza preliminare nei confronti del prete accusato di atti sessuali su minorenni, per le molestie avvenute nella chiesa del «Sacro Cuore».
«Siamo di fronte ad un caso scabroso» commenta l’avv. Vaira, difensore della famiglia della vittima che ha dato il via all’inchiesta «che ha sconvolto la vita della bambina e dei suoi genitori.
Apprezziamo molto il lavoro meticoloso, coraggioso e intenso del sostituto procuratore Vincenzo Maria Bafundi che partendo dalla nostra isolata denuncia ha raccolto le testimonianze di numerose vittime, e quindi accertato che non di un caso isolato di violenza si è trattato ma di un vero e proprio “vizio” dell’imputato. Duole sottolineare come il provvedimento delle gerarchie ecclesiastiche, informate e sollecitate dai miei clienti prima di adire l’autorità giudiziaria, si sia limitato a un mero trasferimento del sacerdote, in altro luogo frequentato da bambini e bambine, prima che fosse sottoposto agli arresti domiciliari. Ravviso la responsabilità, per lo meno morale, di chi non ha impedito pur potendolo fare che la vita di una bambina sia stata segnalta irrimediabilmente»

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 15 aprile 2010


REPUBBLICA 16 aprile 2010


Comments