Assolto Ivan La Fratta dall'accusa di omicidio mafioso

La Corte di Assise di Foggia, dopo 132 udienze dibattimentali del procedimento “Iscaro - Saburo” ha assolto Ivan La Fratta dall’accusa di omicidio aggravato per non aver commesso il fatto con formula piena.
Il dispositivo è stato letto alle ore 13 del 9 marzo 2009.
È stata, quindi, accolta la tesi difensiva sostenuta fin dal primo momento, secondo cui il La Fratta, al momento dell’omicidio, si trovava a Rimini, e non già a San Giovanni Rotondo, luogo dell’omicidio.
Nonostante la difesa abbia, durante le indagini preliminari e nel corso del processo, dimostrato attraverso documenti, testimonianze e riscontri raccolti durante le indagini difensive, l’assoluta innocenza del La Fratta, la pubblica accusa della DDA aveva chiesto, in sede di requisitoria, la pena dell’ergastolo.
La saggezza della Corte di Assise ha dato ragione al grido di innocenza levato con sobria fermezza dalla difesa, aprendo le porte ad una congrua riparazione per l’ingiusta detenzione subita dal La Fratta (oltre quattro anni di custodia in carcere).

ARRINGA


proceso-mafia-gargano011

proceso-mafia-gargano026

proceso-mafia-gargano024

(per gentile concessione Foto Cautillo)

img_9698

img_9706

(per gentile concessione Foto Pipino)

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 10 marzo 2009

assoluzione-la-fratta-9mar09---2

Servizio TG3





Servizio TG Norba


Servizio TG Blu


Servizio TG Teleradioerre


Servizio TG Telefoggia
Comments