Scarcerato Giovanni Prencipe

Il Tribunale del Riesame di Bari ha scarcerato Giovanni Prencipe, condannato in primo grado nell'ambito di due diversi procedimenti ad un totale di 42 anni di reclusione.
Il Collegio Barese, chiamato a pronunciarsi a seguito della sentenza della Corte di Cassazione che aveva annullato la precedente ordinanza del Tribunale del Riesame, ha riconosciuto la "contestazione a catena", retrodatando la decorrenza dei termini di custodia cautelare al momento di emissione della prima ordinanza cautelare a carico di Giovanni Prencipe, riconoscendo pertanto il supermaneto dei termini massimi ci custodia cautelare.
L'avv. Michele Vaira, uno dei due difensori dell'imputato, soddisfatto per il (seppur tardivo) riconoscimento della fondatezza della richiesta di scarcerazione avanzata oltre un anno fa al Giudice dell'Udienza Preliminare, ha sottolineato come il provvedimento, che ha suscitato scalpore tra la pubblica opinione, è null'altro che la concretizzazione di norme di rango costituzionale, ossia la presunzione di innocenza dell'imputato fino a sentenza definitiva e l'eccezionalità della privazione della libertà prima della condanna.

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 18 ottobre 2009

Comments