Via delle Frasche: archiviato proc. contro residenti

Numerosi cittadini foggiani residenti in Via delle Frasche, vittime dei danni conseguenti al noto crollo della palazzina, venivano denunciati dal Comune di Foggia alla Procura della Repubblica per non aver ottemperato l’ordinanza sindacale n. 1/2007 con la quale era stato loro imposto – quali proprietari delle abitazioni di Via della Frasche – di provvedere ad horas (ovvero immediatamente e senza indugio alcuno) alla rimozione, a proprie cure e spese, di tutte le parti pericolanti degli immobili interessati dal crollo avvenuto nella suddetta zona in data 24 novembre 2004.

La predetta ordinanza, impugnata innanzi al TAR Puglia, veniva annullata dalla predetta Autorità Giudiziaria che riteneva del tutto insussistenti i requisiti di cui all’art. 54 TUEL.

Nonostante il Comune di Foggia proponesse appello avverso tale provvedimento, l’adito Consiglio di Stato in sede giurisdizionale dichiarava l’appello “improcedibile”.

Posta all’attenzione dell’organo inquirente, tramite un’ampia e articolata memoria difensiva dell’Avv. Michele Vaira, la sentenza del Consiglio di Stato, questa estate veniva finalmente richiesta dal PM, e disposta dal GIP in sede, l’archiviazione del relativo procedimento penale.

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
Comments