Omicidio Valente Trinitapoli - Rizzi condannata a 9 anni e 4 mesi

Maria Assunta Rizzi, moglie di Valente Michele, operaio di Trinitapoli uccisio lo scorso 9 agosto 2007, è stata condannata a 9 anni e 4 mesi di reclusione.
Il GUP di Foggia, dott.ssa Rita Curci, ha concesso le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti.
Gli Avvocati Michele Vaira e Maddalena Manniello, difensori della sig.ra Rizzi, pur moderatamente soddisfatti dell’esito della sentenza, ricorreranno in appello per veder riqualificato il reato come omicidio preterintezionale e riconosciuta l’attenuante della provocazione.
I difensori hanno dato atto al Pubblico Ministero, dott.ssa Lidia Giorgio, di aver svolto un eccellente lavoro investigativo, anche su sollecitazione della difesa, che ha consentito la precisa ricostruzione dei fatti e delle circostanze in base ai quali è maturato il delitto.


TGErre 4 luglio 2008


TGNorba 4 luglio 2008




CORRIERE DEL MEZZOGIORNO 4 luglio 2008

4lug08.jpg

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 4 luglio 2008

04lug08.jpg
Comments