Assolto Armando Li Bergolis da estorsione

Nel maggio del ’97 Libergolis Armando veniva denunciato dal titolare di un noto ristorante di Mattinata perché, a suo dire, questi aveva cominciato a frequentare abitualmente il suo locale e, dopo aver consumato i pranzi, si rifiutava di pagare, pretendendo di essere servito gratuitamente.
Inoltre, asseriva che il Libergolis avrebbe altresì preteso da lui la somma mensile di £. 500.000 quale “parcella” per godere della sua protezione.
Al Libergolis venivano contestati diversi episodi di estorsione aggravata e, a seguito di una nutrita istruttoria dibattimentale e dell’ascolto di diversi testi, la Seconda Sezione penale del Tribunale di Foggia (Diella, Forte, Di Palma), alla presenza del PM Petrilli, assolveva l’imputato, difeso dall’Avv. Michele Vaira, perché il fatto non sussiste. 
GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 19 ottobre 2008

Comments